PraenaTest®

PraenaTest®: l’esame per sapere

Il PraenaTest® è una tecnica diagnostica che riunisce i vantaggi delle tecniche tradizionali, senza presentarne tuttavia gli svantaggi. Da un lato, il PraenaTest® è innocuo per il Suo futuro bambino, dall’altro, determina con un elevato grado di certezza la presenza o meno di una delle anomalie cromosomiche ricercate.

Cosa consente di accertare il PraenaTest® nel mio bambino?

Il PraenaTest® può accertare le seguenti alterazioni dei cromosomi, cosiddette anomalie cromosomiche, nel Suo futuro bambino: trisomia 21, 18 e 13, sindrome di Klinefelter, sindrome di Turner, sindrome della tripla X e sindrome XYY. Con il PraenaTest® può decidere autonomamente per quali anomalie cromosomiche desidera che sia eseguito l’esame. Ad esempio, può fare eseguire l’esame per verificare l’eventuale presenza nel feto solo della trisomia 21 oppure delle trisomie 21, 18 e 13. Chieda al Suo medico quali esami sono effettivamente opportuni per Lei nella Sua situazione personale. Per il resto: se lo desidera, può conoscere se aspetta una femminuccia o un maschietto.

 

Cosa non può accertare il PraenaTest®?

Questa tecnica diagnostica ha anche dei limiti. Ad esempio, il PraenaTest® non consente di accertare alterazioni strutturali dei cromosomi. In questi casi una parte del cromosoma è ad esempio mancante, in soprannumero oppure è inserita erroneamente. Non è inoltre possibile determinare con certezza anche i cosiddetti “mosaici”. Nel mosaico le cellule di un tessuto o dell’intero organismo dell’embrione hanno un diverso patrimonio genetico. Può inoltre accadere che, nonostante la massima cura nell’esecuzione del PraenaTest®, esso non fornisca alcun risultato o che quest’ultimo sia incerto. Può quindi essere necessario ripetere l’esame ed eventualmente sottoporsi anche ad un nuovo prelievo del sangue. È importante che Lei sappia che ciò non consente di esprimere considerazioni sulla salute del Suo bambino.

 

Qual è il grado di certezza del PraenaTest®?

Negli studi condotti per valutare il valore diagnostico del PraenaTest® nelle gravidanze singole, sono stati ottenuti risultati corretti nel 99,8% di tutti i campioni di sangue. Ciò significa che su 1000 campioni di sangue esaminati, soltanto due risultati non sono stati corretti. Il valore diagnostico del PraenaTest® è stato anche esaminato su gravidanze gemellari. Il risultato è stato corretto in tutti i campioni di sangue esaminati. Poiché in tali studi non erano presenti casi di trisomia 13 o 18, non esistono ancora dati scientifici a tale riguardo (febbraio 2014). Anche il valore diagnostico del PraenaTest® per la determinazione di distribuzioni numeriche anomale dei cromosomi sessuali (X e Y) è stato esaminato in studi clinici. Attualmente è inferiore al valore diagnostico del PraenaTest® per le trisomie 21, 18 e 13 e può essere diverso a seconda dell’anomalia cromosomica ricercata.

 
Attenzione: LifeCodexx AG opera secondo il più recente stato dell’arte in ambito tecnico e scientifico. Tuttavia, con il PraenaTest® nella prassi clinica non si può prevedere un valore diagnostico pari al 100%. Rimangono dei rischi che, nonostante la più accurata esecuzione dell’analisi genetica, non sono mai completamente da escludere. Vengono comunque adottati tutti i provvedimenti e tutte le misure di sicurezza per prevenire tali rischi e altri errori.
 

Print Friendly
top